Salvare vite umane era l'unico obiettivo della Cina dietro l'aiuto globale, afferma Wang

La Cina ha offerto assistenza ad altri paesi per combattere COVID-19 con la sola intenzione di cercare di salvare quante più vite possibili, ha detto domenica il consigliere di Stato e il ministro degli Esteri Wang Yi.

In una conferenza stampa tenutasi a margine della terza sessione plenaria del 13 ° Congresso Nazionale del Popolo, Wang ha affermato che la Cina non cerca mai interessi economici geopolitici attraverso tale assistenza, né attribuisce alcun filo politico all'assistenza.

La Cina ha condotto negli ultimi mesi il più grande aiuto umanitario di emergenza globale dalla fondazione della nuova Cina.

Ha fornito assistenza a circa 150 paesi e quattro organizzazioni internazionali, tenuto videoconferenze per condividere il trattamento delle malattie e controllare l'esperienza con più di 170 paesi e ha inviato team di esperti medici in 24 paesi, secondo Wang.

Ha anche esportato 56,8 miliardi di maschere e 250 milioni di indumenti protettivi per aiutare la comunità internazionale a combattere la pandemia, ha aggiunto Wang, aggiungendo che la Cina è pronta a continuare a offrire aiuto.


Orario postale: 21-2020 maggio